Take coworking to the next level – part 1

L’introduzione alla Conferenza europea del coworking di Jean-Yves presenta un quadro frizzante dell’evoluzione del lavoro e delle opportunità che il coworking può offrire.

Il mondo del lavoro sta cambiando e tanti i professioni quanto i giovani in cerca di occupazione si orientano sempre più verso l’attività autonoma e di startup.

Di cosa ha bisogno questa nuova generazione? Di coaching per avviare attività competitive e di strumenti di lavoro da utilizzare per il solo tempo necessario.

Ecco perché, benchè il “lavoro da casa”, come sottolinea Deskmag, è il maggior competitor dei centri di coworking, il cooperative working continua a rappresentare la via migliore per evitare l’isolamento e aumentare la produttività dei freelancer.

Infatti, aggiunge Alex Hilman, il coworking, inteso come community, diventa un’esperienza personale e professionale di persone che sono interdipendenti tra loro per insegnare, imparare, confrontarsi, riflettere.

Possiamo parlare di work life flexibility. Approccio che si riversa tanto nei centri coworking nati nei campus universitari, come a Helsinky quanto nella Global Coworksphere di  Xindanwei.

Lab121, Berlino, 3.11.11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu